Notizie, Novità e Aggiornamenti - HQRoma.it


Notizia 07/12/2016

30 MINUTI FORMULA


Per conoscere meglio il sistema cardio-vascolare e scegliere il miglior modo per allenarlo spiegati in un seminario accessibile ed aperto a tutti.
Mercoledì 21 Dicembre ore 18.00.








Notizia 07/12/2016

SUPERCLASS


SUPERCLASS di SuperJump di 90 minuti con la nostra HQTrainer Cristina Leoni.
Sabato 17 Dicembre 2016 alle ore 16.00.

Info e prenotazioni allo 06 40048638 oppure via mail a info@hqroma.it.







Notizia 11/11/2016

KETTLEBELL HARD STYLE


SABATO 10 DICEMBRE 2016

Iscriviti al Workshop di Kettlebell Hard Style tenuto da Marco Giannuzzi Istruttore Certificato SFG2.







Notizia 09/11/2016

SMART PROGRAM


SMART PROGRAM
Seminario di presentazione dello Smart Program "60 minuti formula".

Vuoi allenarti senza avere vincoli di orario ed ottenere il massimo da ogni singola sessione di allenamento?

Scegli la formula dei 60 minuti!

Per saperne di più prenota il tuo posto al seminario di presentazione del programma "60 minuti formula" Mercoledì 23 Novembre dalle ore 18,00 alle 18,45.







Notizia 25/10/2016

KRANKING


Divertirsi con il kranking! E’ questo il titolo dell’articolo scritto dal giornalista Stefano Massarelli de La Stampa. Un redazionale esplicativo delle funzionalità e potenzialità del Krankcycle by Matrix, un attrezzo straordinario ideato dal guru del fitness Johnny G. (già ideatore dello Spinning). Riportiamo di seguito articolo integrale del giornalista:

La pedalata a tutta velocità si fa con le braccia. In stile Zanardi.

La nuova pedalata arriva dalla California e fa bene alla schiena, tonifica i muscoli delle braccia e scolpisce gli addominali. In molte palestre italiane è già un successo e il merito è anche di Alex Zanardi, che ha contribuito a diffondere l’arte di andare in bici usando le braccia, piuttosto che le gambe. Già, perché nel kranking si pedala con gli arti superiori e in una seduta si arrivano a bruciare 600 calorie, con ottimi risultati sul piano della forma.

“Il Kranking è l’unica attività aerobica di gruppo che impegna la parte superiore del corpo”, spiega Roberto Coda Zabetta, esperto di fitness e tra i maggiori conoscitori italiani di questa tecnica.

L’idea della bici “capovolta” risale ai primi anni 2000 ed è da ricondurre a Johnny G., il guru del fitness già inventore dello spinning, che decise di mettere a punto un attrezzo che impegnasse il corpo dalla vita in su, con esercizi da portare avanti in gruppo e a tempo di musica. Un’idea rivelatasi vincente e probabilmente ispirata da un marchingegno presentato la Rimini Wellness da Stefano Frassinelli, ex docente dell’Università di Torino che, da paraplegico, “tagliò” una bici spinning e ne ricavò un attrezzo simile ad una bici da usare con le braccia. “A Rimini c’era anche Johnny G. e forse l’idea nacque da là”, ricorda Coda Zabetta. Nel frattempo la krankcycle – questo è il nome dell’attrezzo – ha conquistato il mondo mentre Frassinelli è diventato allenatore della squadra russa dei normodotati di judo.

“Una delle particolarità della Krankcycle è di avere le manovelle indipendenti, non collegate l’una all’altra come nella bici, e quindi, oltre all’attività motoria, c’è anche una componente di coordinazione”, prosegue l’esperto. In questo modo si affina anche l’equilibrio e si migliora la propriocezione. Lo dimostra il fatto che le biciclette con pedali indipendenti sono talvolta usate anche dai ciclisti professionisti e dai triatleti che intendono migliorare la pedalata e ottenere una migliore coordinazione. Ma anche l’impatto sul piano fisico non è da sottovalutare. “Con il Kranking si ottiene una tonificazione delle braccia impensabile con altre attività aerobiche e si raggiunge un allenamento soddisfacente in tempi brevi”, dice Coda Zabetta. Una lezione dura tra i 40 e i 60 minuti: la prima fase (circa 5 minuti) è dedicata al riscaldamento, poi si inizia con un ritmo blando per aumentare la frequenza cardiaca e preparare i muscoli allo sforzo, dopodiché si comincia con l’allenamento vero e proprio, caratterizzato da continui cambi di ritmo e scanditi da una base musicale. La pedalata può essere portata avanti con una o entrambe le braccia e ulteriore variazione nella posizione nel busto rendono più o meno impegnativo l’allenamento. L’ultima fase di 5-10 minuti è dedicata al defaticamento, anche se sempre più spesso la seduta di kranking viene “inglobata” in circuiti più complessi che includono lo spinning o i pesi.

Prima di cominciare è necessaria una visita sportiva, poi il kranking non ha particolari controindicazioni, anche se è meglio affidarsi a un trainer per acquisire la tecnica corretta: le possibilità di rimettersi in forma con questo sport sono quasi infinite. “Si può ricorrere al kranking anche in seguito a incidenti che coinvolgono gli arti inferiori, per accompagnare la riabilitazione”, consiglia l’esperto. E’ ciò che fanno molti sportivi costretti a letto per incidenti, i diversamente abili che hanno perso l’uso delle gambe, ma anche molti anziani, donne incinte e obesi che fanno fatica a pedalare con le gambe. Se vi sembra un gioco da ragazzi, provate a farlo per pochi minuti. Se vi sembra ridicolo, pensate a Zanardi.







<< < 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20> >>