Notizie, Novità e Aggiornamenti - HQRoma.it


Notizia 27/05/2016

HEAD QUARTER SUMMER


Head Quaretr sarà presente alla importantissima manifestazione dell'estate romana mondofitness.

dall'8 Giugno tutti i giorni dal Lunedì al venerdì.

http://www.mondofitness-roma.com/area-funzionale/








Notizia 24/05/2016

COMBATTERE LA SEDENTARIETA'


Uno dei mali diffusi frutto della società moderna è rappresentato, paradossalmente, dal Benessere osservato nella sua accezione più negativa: la sedentarietà .
A corredo di tale affermazione si può notare come le principali malattie cardiovascolari e metaboliche degli ultimi 50 anni, ad esclusione dei casi a riconducibilità genetica dimostrabili, siano il risultato di stili di vita sedentari e scorretti, identificabili al di là delle latitudini, ma particolarmente evidenti nelle società ricche come la Nostra.
Da recenti ricerche statistiche si evince come alla domanda sul perché non si faccia attività fisica l' intervistato/a risponda, spesso in maniera direttamente proporzionale all'aumentare dell' età cronologica, che vi sia una mancanza di tempo: orbene, tale risposta spesso maschera in realtà una mancanza di motivazione.
I nostri antenati, di cui portiamo i ricordi a livello genomico, sono stati, per motivi di sopravvivenza, dei veri e propri antesignani degli atleti moderni. Attività comuni come correre, arrampicarsi, lanciare, nuotare, un tempo vitali per la sopravvivenza, sono riproposte oggigiorno adeguatamente correlate all'evoluzione della specie e contestualizzate alla società moderna. Non a caso alcune diffuse patologie che affliggono la nostra società come diabete tipo 2, infarto, ictus, obesità , ipertensione ecc. non dilagavano negli anni passati e tutt' oggi non si sviluppano nelle società meno industrializzate, contrariamente a quanto avviene invece nella nostra, ove problemi cardio-vascolari e metabolici, con le loro conseguenze sistemiche, tolgono la vita a migliaia di persone ogni anno.
E allora, ben vengano le innovazioni tecnologiche e scientifiche (soprattutto nel campo della medicina), ma non lasciamoci travolgere dal benessere; Il Fitness è la nostra arma per combattere la sedentarietà e tutte le sue conseguenze, anche infauste. La parola Fitness più che uno Sport specifico rappresenta una condizione di Benessere (questa volta secondo un'accezione positiva) legata ad uno stile di vita attivo e salutare (anche a livello alimentare). Per una serie di interessi (spesso economici), negli ultimi anni il mondo del Fitness è andato in esponenziale aumento, ma per farne un corretto utilizzo evitandone uno improprio deve essere chiaro a tutti il suo ruolo e la sua importanza. Praticato infatti con la giusta cognizione di causa, il Fitness è un' ottima strada per prevenire molteplici patologie, sicuramente una via più salubre rispetto all'assunzione di varie pillole fortemente pubblicizzate dalle industrie. A differenza dei preparati biotecnologici sintetici di ultima generazione non vi sono limiti prescrittivi se non il buon senso e, con i giusti accorgimenti indicati dai professionisti del settore, tutti possono fare attività fisica (previa visita di idoneità medica): il movimento fa bene al giovane come all'anziano, al principiante come all'atleta, il movimento è virtù. Fortunatamente il trend sta cambiando e sempre più medici e fisioterapisti consigliano l'attività fisica nel trattamento combinato di svariate patologie, da quelle cardio-circolatorie a quelle metaboliche, per non parlare di quelle muscolo-scheletriche, affidando alla professionalità del personal trainer il raggiungimento di risultati specifici. Da rimarcare come l'attività fisico-sportiva abbia una fondamentale azione biochimico-ormonale anti - stressogena ed anti-depressiva con la produzione endorfinica e la sua azione serotoninergica, che aiutano a combattere situazioni negative della vita di ognuno di noi.
Normalmente chi fa sport, per raggiungere risultati agonistici o meramente estetici, abbinandovi anche un'adeguata alimentazione, può ottenere e mantenere risultati per molto tempo.
In definitiva, per sconfiggere il sedentarismo e tutte le sue conseguenze, risulta di fondamentale importanza una maggiore presa di coscienza riguardo la validità della pratica del Fitness e del modo corretto di fare Fitness in base alle proprie capacità e potenzialità.
Siamo proprio sicuri di non voler investire un pò del nostro tempo in noi stessi e nella nostra salute?!






Notizia 06/05/2016

ALLENARSI ALLENA LA MEMORIA


Le persone che si mantengono in forma hanno una memoria maggiore e un pensiero più lucido. E’ quello che hanno osservato i ricercatori dell'Università del Kentucky, negli Stati Uniti. Fra le ipotesi degli esperti statunitensi c'è anche quella che fare movimento possa 'rallentare' l'Alzheimer.
La ricerca prende in esame 30 adulti fra i 59 e i 69 anni. "Abbiamo osservato il rapporto positivo fra fitness cardio-respiratorio e flusso sanguigno. Le persone pigre avevano un cervello di dimensioni ridotte.”

Il risultato di questa ricerca va nella stessa direzione di uno studio analogo tedesco su persone fra i 60 e i 77 anni. Dopo un programma di esercizi in palestra durato tre mesi, i pazienti hanno registrato un netto miglioramento della memoria.

"Un'attività aerobica di intensità moderata - spiega Linda Clare, docente di Clinical psychology of ageing and dementia all'università di Exeter University - come, ad esempio, il footing o andare in bicicletta, può produrre cambiamenti nella struttura del cervello. Questo 'aumenta' le riserve cognitive, rendendo il cervello più resistente alle patologie".

Parallelamente alla funzione ostacolante che l’esercizio fisico mantiene verso i processi pro-infiammatori, un regolare e moderato allenamento, oltre che presentare una significativa risposta contro i disturbi associati alla Sindrome Metabolica (aterosclerosi, sovrappeso, diabete, colesterolo, etc), presenta un ruolo estremamente importante nella regolazione dell’umore.
Il “runner’s high” è una definizione diffusa dello stato di euforia e benessere che fa seguito ad attività motoria come la corsa e il jogging. Una delle sostanze prodotte dal cervello, a seguito dell’attività fisica, prende il nome di anandamide. Il nome di questa molecola, di natura sostanzialmente oppioide, ci riconduce al termine sanscrito “Ananda” che significa, appunto, beatitudine.







< 1>